Luca Sardella - Rete 4

Parola di pollice verde

Il programma di Luca Sardella "Parola di Pollice verde" presso la nostra azienda.

I LATTICINI

IL SAPORE DELLE ERBE SELVATICHE

Freschi, stagionati o affumicati, i nostri formaggi Lagarese™ sono fatti a mano con il latte appena munto delle nostre mucche. Un concentrato di sapore, di salute e di tradizioni.

FIENO &PAGLIA

NATURA SPONTANEA

Nei terreni della fattoria, il fieno cresce spontaneamente e la paglia proviene dal grano dei nostri campi. Noi li prepariamo in balle e rotoli, puliti da erbe infestanti.

I FAGIOLI BORLOTTI

CONCENTRATO DI SALUTE

I nostri fagioli borlotti biologici sono una fonte genuina di fibre, vitamine e ferro. Sono ottimi in zuppe, insalate, stufati e al naturale.

PATATE DA SEME

CERTIFICATE BIOLOGICHE

Gialle, bianche e rosse. Spedizioni in tutta Italia

Parola di pollice verde

Luca Sardella - Rete 4

Il programma di Luca Sardella "Parola di Pollice verde" presso la nostra azienda.

COLTIVAZIONE BIOLOGICA

In fattoria abbiamo scelto una produzione 100% biologica nel rispetto della natura e del cibo sano

LATTICINI ARTIGIANALI

I nostri formaggi sono fatti a mano secondo la tradizione di famiglia e solo con latte fresco appena munto

PATATE DA SEME E DA PASTO

Coltiviamo patate della Sila IGP a 1400 metri di altitudine all’interno del parco naturale

MUCCHE FELICI

Le mucche della fattoria sono allo stato brado e sono libere di pascolare felici in 42 ettari di terreno

Guida alla semina delle patate

 

 

Il limo è un inerte di granulometria fine, compresa tra quella delle sabbie, più grossa, e quella delle argille, più sottile, che viene trasportato in sospensione dai fiumi e si deposita sul letto dei corsi d'acqua o sui terreni che hanno subito inondazioni. Il limo è presente anche in stagni e paludi. (fonte wikipedia.org).

 

 

 

Non è necessario rispettare attentamente  la composizione del terreno, è importante che il terreno non sia nè troppo argilloso e nè troppo sabbioso. Una volta scelto il tipo di terreno si passa all’aratura del terreno.

 

 

 

1-ARATURA

Aratura con aratro e trattore

 

L’aratura può anche essere eseguita con attrezzi più semplici (zappa, badile o altri). E’ importante che il terreno sia ribaltato per consentire l’aerazione del terreno.

 

2- Rottura zolle

Dopo l’aratura si passa alla frangizollatura (rottura delle zolle) o alla fresatura. La frangizollatura e la fresatura servono a rendere il terreno uniforme e senza zolle (nella foto in alto a sinistra sono presenti le classiche zolle dopo l’aratura).

 

 

Foto fresatura

 

3- Concimazione

La concimazione è un processo estremamente importante, infatti in questa fase si apportano gli elementi necessari alla pianta per crescere

bene senza subire stress. I concimi più usati sono: - concime organico o letame purchè fermentato e concimi ottenuti da processi chimici. Come

concime chimico di solito viene usato 11.22.16 (nitrato potassio e azoto). La quantità di concime che di solito si getta nel terreno è di 1800-2000 kg per ogni 10000 metri quadri di terreno (1 ha) a campo aperto. Se invece la concimazione viene effettuata localizzata la quantità diminuisce del 30%.

 

Per terreni più piccoli basarsi su 200g ogni metro quadro (questo per concimi chimici). Per concimazioni con il letame è difficile fare una stima precisa, di solito si copre il terreno con uno strato di circa 3 cm. Il concime va gettato dopo la frangizollatura o la fresatura, successivamenente, va ricoperto con le tecniche prima citate.

 

Piccola nota: come letame può essere usato qualsiasi tipo purchè fermentata; quella che viene usata maggiormente è quella di pecora o di mucca.

 

Detto ciò, dopo aver mescolato concime e terreno, si va avanti nella preparazione del terreno.

 

 

 

4- Assolcatura del terreno (preparare i solchi per la semina)

 

 

Con l’assolcatura del terreno, si prepara il terreno a ospitare il seme.Non necessariamente i solchi devono

Un fattore molto importante è la profondità del solco, infatti un solco troppo profondo può pregiudicare la nascita della pianta.

 

 

 

 

5- La Semina

 

La semina delle patate deve essere effettuata quando la temperatura, di notte, non scende mai sotto lo zero. In Sila il periodo della semina va da fine Aprile a Metà Maggio. Dopo aver realizzato i solchi, si getta il seme.

 

Per avere una buona crescita, il seme deve essere seminato rispettando alcune misure come mostrato nella figura a sinistra (approssimativamente):

 

60 cm tra la metà di un solco e l’altro e circa 30 cm tra una patata e l’altra (come in figura, ogni tubero va posizionato all’estremità anteriore e posteriore di un piede).

 

Queste misure sono necessarie per permettere al tubero di crescere e di proliferare il più possibile.

 

Una distribuzione del seme troppo ravvicinata, causa il collasso della coltura con un piccolissimo sviluppo della pianta e del tubero.

 

 

 

 

 

 

 

Per avviare discussioni e per e avere suggerimenti per la semina, vi invitiamo ad aprire un post nel forum nella sezione https://www.aziendaserravalle.com/forum/34-patate-da-semina

 

© www.aziendaserravalle.com

Commenti   

+4 #6 vittorio pingitore 2013-10-15 08:34
Le conviene piantare nel mese di Febbraio, così non rischia. Saluti

Citazione Barbara:
se volessi piantare da tubero in zona Lungro stesso periodo o anche prima?
c'è chi consiglia prima dell'ultima gelata in modo che il frddo eviti lo sviluppo di parassiti e salvaguardi il prodotto
Grazie
Citazione
+9 #5 vittorio pingitore 2013-10-15 08:34
Certamente, se ha messo più di una patata tendono ad essere più piccole e in maggior numero. Dipende anche dal tipo di concimazione.

Saluti

Citazione FULVIO:
ho seminato quest'anno per la prima volta nell'orto le patate. Però il raccolto è stato molto modesto con frutti medi e piccoli (molti). Può dipendere dal fatto che nella buchetta della semina sono stati messi piu' tuberi?. O anche dal fatto che sono state irrigate poco? Grazie per le voste risposte. fulvio
Citazione
-6 #4 FULVIO 2013-09-23 12:00
ho seminato quest'anno per la prima volta nell'orto le patate. Però il raccolto è stato molto modesto con frutti medi e piccoli (molti). Può dipendere dal fatto che nella buchetta della semina sono stati messi piu' tuberi?. O anche dal fatto che sono state irrigate poco? Grazie per le voste risposte. fulvio
Citazione
+14 #3 Barbara 2013-07-20 12:26
se volessi piantare da tubero in zona Lungro stesso periodo o anche prima?
c'è chi consiglia prima dell'ultima gelata in modo che il frddo eviti lo sviluppo di parassiti e salvaguardi il prodotto
Grazie
Citazione
+6 #2 michelangelo 2013-04-05 14:44
a me sembrano troppi 20 quintali per ettaro!!!
Citazione
-11 #1 vinc 2013-03-12 21:36
più o meno a che distanza vanno piantate?

Grazie :-|
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere in anteprima notizie e promozioni

Azienda Agricola Serravalle



100% BIOLOGICO

QUALITÀ ITALIANA

FORMAGGI ARTIGIANALI

PATATE DELLA SILA IGP
da seme e da pasto

ACQUISTI SICURI

VENDITA CON E SENZA P.IVA

HAI UN RISTORANTE, UN NEGOZIO DI FRUTTA E VERDURA O UNA FRIGGITORIA?

Contattaci per un campione gratuito delle nostre patate. Scoprirai la qualità genuina delle patate della Sila IGP. Provare per credere!

Metodi di pagamento



CONTRASSEGNO

BONIFICO BANCARIO

CARTA DI CREDITO

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo