Questo sito usa i cookies
Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso dei cookies espressi in questo documento.
×
 x 

Carrello vuoto

Fieno: come si riconosce che è buono?

on Lunedì, 18 Luglio 2016.

Anche gli animali di una fattoria dovrebbero mangiare in modo ‘sano’, ma come si riconosce la genuinità del fieno? Un fieno di buona qualità deve rispondere a certe caratteristiche di colore, profumo e consistenza. Spesso c’è confusione tra fieno e paglia – non per gli esperti del settore, ovviamente – quindi è bene precisare che il fieno è composto da erbe selvatiche essiccate al sole, mentre gli steli del grano o dell’orzo sono paglia, usata non come alimento per animali ma come lettiera per le stalle e, negli anni recenti, in bioedilizia come materiale isolante da costruzione.

 

Capiamo, allora, come deve essere un buon fieno. Il migliore è quello detto ‘di primo taglio, vale a dire il fieno mietuto tra maggio e giugno, alle porte dell’estate, quando ancora le erbe sono tenere. Infatti, il fieno dovrebbe avere un bel colore verde tenue – se troppo scuro potrebbero essere in corso fermentazioni e se troppo giallo significa che è stato tagliato tardi – e presentare tante foglioline, più che esclusivamente steli. La giusta proporzione tra foglie e steli è molto importante nell’alimentazione degli animali: le prime sono energetiche, mentre gli steli apportano il giusto quantitativo di fibre. Al tatto un fieno di prima qualità è soffice e non rilascia polvere.

 

Un dettaglio fondamentale è che non vi siano tracce di muffe. Significherebbe esporre gli animali, soprattutto i cavalli, al rischio di intolleranze o allergie. Oltre alla muffa, è importante prestare attenzione alla presenza o meno di parassiti. A differenza della paglia, il fieno è soggetto a infestazioni che lo renderebbero inutilizzabile come alimento sano per gli animali.

 

Infine, il fieno buono ha un profumo inconfondibile di erba, di prati baciati dal sole. È un odore genuino, pulito, che emana tutta la forza delle erbe aromatiche. Il fieno è ottimo quando cresce spontaneo in aree naturali protette, in luoghi dove la natura è libera di fare il suo corso, indisturbata. 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.

DATI

Azienda agricola Serravalle

Via Colamauci, 1

87053 - Celico (CS)

P.I 03467120782 R.U.P 18/1670

 

SUPPORTO E CONTATTI

@

PAGAMENTI SICURI